.
Annunci online

  juventus2006 IL BLOG DI FRANCESCA MONTI
 
Diario
 



 


contatore visite sito web


16 giugno 2019

IL 16 GIUGNO AL VIA IL CAMPIONATO EUROPEO UNDER 21 CHE SI TERRÀ IN ITALIA. IL PROGRAMMA, I GIRONI, I CONVOCATI DAL CT DI BIAGIO

Per la prima volta nella sua storia, l’Italia ospiterà la fase finale del Campionato Europeo Under 21. Il torneo, che prevede la partecipazione di 12 Nazionali e determinerà l’accesso ai Giochi Olimpici di Tokyo del 2020, si svolgerà dal 16 al 30 giugno in cinque città italiane (Bologna, Cesena, Reggio Emilia, Trieste e Udine) e a San Marino.

Con cinque titoli vinti su sette finali disputate, l’Italia è al primo posto nell’Albo d’Oro della kermesse. La Nazionale Under 21 ha trionfato in 3 edizioni consecutive sotto la guida tecnica di Cesare Maldini nel 1992, 1994 e 1996; nel 2000, allenata da Marco Tardelli, ha vinto il titolo battendo in finale la Repubblica Ceca con una doppietta di Pirlo (ambasciatore ufficiale del Torneo) e nel 2004 vincendo 3-0 contro la Serbia sotto la guida di Claudio Gentile.

Inserita nel Gruppo A, l’Italia disputerà la gara d’esordio affrontando la Spagna domenica 16 giugno allo Stadio ‘Renato Dall’Ara’ di Bologna (ore 21), per poi sfidare la Polonia (mercoledì 19 giugno – ore 21.00 a Bologna) e il Belgio (sabato 22 giugno – ore 21.00 a Reggio Emilia). Tutte le gare degli Azzurrini saranno trasmesse in diretta su Rai1.

Questi i tre gironi:

GRUPPO A: ITALIA, Spagna, Belgio, Polonia

GRUPPO B: Germania, Danimarca, Serbia, Austria

GRUPPO C: Francia, Inghilterra, Croazia, Romania

Il ct dell’Under 21 Luigi Di Biagio ha convocato 23 Azzurrini per gli Europei 2019:

Portieri: Emil Audero (Sampdoria), Alex Meret (Napoli), Lorenzo Montipò (Benevento);

Difensori: Claud Adjapong (Sassuolo), Alessandro Bastoni (Parma), Kevin Bonifazi (Spal), Arturo Calabresi (Bologna), Federico Dimarco (Parma), Gianluca Mancini (Atalanta), Giuseppe Pezzella (Genoa), Filippo Romagna (Cagliari);

Centrocampisti: Nicolò Barella (Cagliari), Manuel Locatelli (Sassuolo), Rolando Mandragora (Udinese), Alessandro Murgia (Spal), Lorenzo Pellegrini (Roma), Sandro Tonali (Brescia), Nicolò Zaniolo (Roma);

Attaccanti: Federico Chiesa (Fiorentina), Patrick Cutrone (Milan), Moise Bioty Kean (Juventus), Riccardo Orsolini (Bologna), Federico Bonazzoli (Padova)

L’INNO 

“Benvenuti in Italy” di Rocco Hunt sarà la colonna sonora della Nazionale Italiana durante l’Europeo Under 21 di calcio.

Il brano è scritto dall’artista e prodotto da Mace e Zized e descrive il rapporto della nostra nazione con il calcio, uno sport che non è solo quello visto in televisione ma è anche quello fatto per strada, nei campetti di periferia, con due porte improvvisate e un campo senza righe.

Questo il programma degli Europei Under 21 2019:

FASE A GIRONI

PRIMA GIORNATA

Domenica 16 giugno

Girone A: Polonia – Belgio (Reggio Emilia, ore 18:30)
Girone A: Italia – Spagna (Bologna, ore 21:00)

Lunedì 17 giugno
Girone B: Serbia – Austria (Trieste, ore 18:30)
Girone B: Germania – Danimarca (Udine, ore 21:00)

Martedì 18 giugno
Girone C: Romania – Croazia (San Marino, ore 18:30)
Girone C: Inghilterra – Francia (Cesena, ore 21:00)

SECONDA GIORNATA

Mercoledì 19 giugno
Girone A: Spagna – Belgio (Reggio Emilia, ore 18:30)
Girone A: Italia – Polonia (Bologna, ore 21:00)

Giovedì 20 giugno
Girone B: Danimarca – Austria (Udine, ore 18:30)
Girone B: Germania – Serbia (Trieste, ore 21:00)

Venerdì 21 giugno
Girone C: Inghilterra – Romania (Cesena, ore 18:30)
Girone C: Francia – Croazia (San Marino, ore 21:00)

TERZA GIORNATA

Sabato 22 giugno
Girone A: Belgio – Italia (Reggio Emilia, ore 21:00)
Girone A: Spagna – Polonia (Bologna, ore 21:00)

Domenica 23 giugno
Girone B: Austria – Germania (Udine, ore 21:00)
Girone B: Danimarca – Serbia (Trieste, ore 21:00)

Lunedì 24 giugno
Girone C: Croazia – Inghilterra (San Marino, ore 21:00)
Girone C: Francia – Romania (Cesena, ore 21:00)

SEMIFINALI

Giovedì 27 giugno
Semifinale 1: Vincente Gruppo A – Seconda Gruppo B/C o Vincente Gruppo C (Bologna, ore 18:00)
Semifinale 2: Vincente Gruppo B – Seconda Gruppo A o Vincente Gruppo C (Reggio Emilia ore 21:00)

FINALE

Domenica 30 giugno
Vincenti semifinale 1 e semifinale 2 (Udine, 20.45)





permalink | inviato da juventus2006 il 16/6/2019 alle 9:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 giugno 2019

L’ITALIA DEL VOLLEY FEMMINILE SORDE HA VINTO GLI EUROPEI 2019 BATTENDO LA RUSSIA IN FINALE PER 3-0

L’Italia del volley femminile sorde ha vinto gli Europei 2019 battendo la Russia in finale per 3-0 (25-13, 25-19, 25-16). A Cagliari le ragazze della coach Alessandra Campedelli sono state protagoniste di un torneo eccezionale perdendo soltanto un set nella partita inaugurale contro la Polonia.

Nella finale, dominata nettamente dalle azzurre, Alice Tomat ha messo a segno 22 punti, Claudia Gennaro è stata perfetta in cabina di regia così come Valentina Broggi in seconda linea, eccellenti anche i centrali Luana Martone e Silvia Bennardo, Elisa Imperiale in ricezione, e Ilaria Galbusera che ha firmato l’ultimo punto.

“Ho chiesto alle ragazze due cose: prestare attenzione fino all’ultimo punto e avere coraggio. Hanno avuto la pazienza di aspettare, hanno scelto i momenti giusti in cui si potevano fare dei break e i momenti in cui, invece, stare in attesa. E sono state bravissime a lavorare in campo e a giocare fino alla fine. È stato un 3-0 tondo non perché fosse una partita facile ma perché siamo state bravissime noi. Abbiamo neutralizzato un avversario incredibile con caratteristiche fisiche importanti e con un’esperienza nel giocare le finali molto maggiore della nostra”, ha dichiarato la coach Campedelli.

“È un’emozione impossibile da spiegare, ho aspettato dodici anni per conquistare questa medaglia d’oro. Oggi abbiamo dimostrato che siamo una bellissima squadra, abbiamo giocato molto bene dall’inizio alla fine. Abbiamo seguito quello che ci ha detto Alessandra, la nostra allenatrice, e siamo riuscite a vincere questa medaglia che è una cosa immensa”, queste le parole di Claudia Gennaro.

Complimenti ragazze!

credit foto Federvolley




permalink | inviato da juventus2006 il 15/6/2019 alle 21:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


14 giugno 2019

MONDIALI CALCIO FEMMINILE FRANCIA 2019: UN’ITALIA DA FAVOLA STENDE LA GIAMAICA CON UN POKERISSIMO FIRMATO DA CRISTIANA GIRELLI E DA AURORA GALLI E VOLA AGLI OTTAVI


Dopo la vittoria all’esordio con l’Australia, la Nazionale della ct Milena Bertolini ha travolto con un netto 5-0 la Giamaica nel secondo match del gruppo C dei Mondiali di calcio femminile di Francia 2019, grazie ad una tripletta di Cristiana Girelli e alla doppietta di Aurora Galli.

Una partita straordinaria quella disputata dalle ragazze azzurre, organizzate e precise in difesa, perfette a centrocampo e spumeggianti in attacco. L’Italia ha preso le redini del gioco fin dall’inizio andando alla conclusione al 5' con Bonansea il cui tiro è stato bloccato da Schneider in due tempi. Al minuto numero 9 le azzurre sono passate in vantaggio: l’arbitro Keighley ha fischiato il penalty per un fallo in area di Swaby su Bonansea, dopo aver consultato il Var. Cristiana Girelli si è portata sul dischetto e Schneider ha parato, ma il direttore di gara ha fatto ricalciare il rigore in quanto la numero uno giamaicana si era mossa in anticipo e l’attaccante azzurra al secondo tentativo ha trasformato. Al 25' è arrivato il raddoppio ancora firmato da Girelli che ha deviato in rete con la coscia. Al 28' Sabatino ha colpito la traversa con un tap-in mentre le giamaicane si sono rese pericolose al 39' con un tiro-cross di Shaw.

Ad inizio ripresa l’Italia ha messo a segno il tris nuovamente con Girelli, che di testa ha anticipato l’uscita di Schneider. Al 58' le Reggae Girlz hanno sfiorato la rete su un disimpegno sfortunato di Giuliani ma l’arbitro ha fermato l’azione per un intervento pericoloso in acrobazia di Shaw su Gama. Al 71' la neo entrata Aurora Galli con un gran tiro dalla distanza ha segnato il poker e all’81’ è arrivato anche il pokerissimo ancora con Galli che su assist di Giugliano ha realizzato la doppietta.

Le azzurre volano agli ottavi e sono ora al comando del Gruppo C con sei punti. Con il Brasile martedì 18 giugno basterà un punto per avere la matematica certezza del primo posto nel girone.

Questa era la partita fondamentale per noi perchè ci dava la possibilità di passare agli ottavi, si è sentita a livello emotivo, nel primo tempo abbiamo fatto un po’ fatica, ma siamo state brave. Ci sono tanti aspetti su cui lavorare, ma in un momento di grossa difficoltà abbiamo tenuto bene in difesa, infatti in queste partite è importante fare gol ma anche non prenderne. Un plauso a Sara Gama che è stata invalicabile. Sono tante le emozioni che sento in questo momento, essere qua e qualificarci agli ottavi dei Mondiali è tanta roba. Grazie a tutti gli italiani che ci hanno seguito“, ha dichiarato la ct Milena Bertolini ai microfoni Rai.

Oggi è stata una grande vittoria, ci voleva, abbiamo giocato come se fossimo a zero punti, non era facile mantenere la concentrazione alta. Quando una giocatrice gioca bene è perchè la squadra te lo permette. Siamo contente, manca ancora una partita molto tosta con le brasiliane, quindi adesso ricarichiamo le pile e speriamo di goderci un’altra giornata così. Grazie a tutti i tifosi italiani che sono qui in Francia. Il grande interesse nei nostri confronti? La donna in Italia deve sempre guadagnarsi rispetto, questo interesse un po’ ci fa sorridere e un po’ ci inorgoglisce perchè stiamo facendo bene e non vogliamo fermarci qui“, ha detto la protagonista della partita Cristiana Girelli.

Arrivare agli ottavi era il nostro sogno, siamo venute qua per dimostrare che l’Italia c’è, gioca a calcio e si diverte. Siamo contente che ci sia tutto questo affetto nei nostri confronti“, queste le parole di Daniela Sabatino.

E il sogno iridato delle Ragazze Azzurre continua…

credit foto Twitter Nazionale Femminile




permalink | inviato da juventus2006 il 14/6/2019 alle 20:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


13 giugno 2019

È STATO PRESENTATO MERCOLEDÌ 12 GIUGNO, NELLA SALA CADUTI DI NASSYRIA AL SENATO, #FACCIAMOGLIUOMINI, IL PROGETTO DELL’ASSOCIAZIONE ITALIANA CALCIATORI VOLTO ALLA PREVENZIONE E AL CONTRASTO DELLA VIOLENZA SULLE DONNE


È stato presentato mercoledì 12 giugno, nella sala Caduti di Nassyria al Senato #FACCIAMOGLIUOMINI, il progetto dell’Associazione Italiana Calciatori volto alla prevenzione e al contrasto della violenza sulle donne in attuazione della convenzione di Istanbul. Patrocinato dal Dipartimento delle pari opportunità, il progetto è stato presentato da Valeria Valente (senatrice e Presidente della commissione sul Femminicidio), Daniela Sbrollini (senatrice e Presidente Intergruppo parlamentare Sport e Salute), Damiano Tommasi (presidente Aic) Fabio Appetiti (responsabile relazioni istituzionali Aic e coordinatore del progetto #facciamogliuomini) l’avvocato Viviana Straccia (Presidente Associazione “Giuriste in genere”) Roberto Pella (vice presidente vicario di ANCI).“Mi dispiace tantissimo non essere lì con voi oggi, veramente tanto, perché questa è un’iniziativa importante e a cui sono molto legata. Quindi #Facciamogliuomini e facciamo anche le donne, che educano gli uomini al rispetto, all’amore, a interrogarsi su di sé – ha commentato Elena Sofia Ricci, madrina di #FACCIAMOGLIUOMINI che, non potendo partecipare all’appuntamento, ha inviato un video a sostegno -Facciamo le donne più forti, con maggiore autostima, e #Facciamogliuomini più rispettosi, più capaci di amare. Introduciamo l’educazione sentimentale nelle scuole, un lavoro sull’intelligenza emotiva che sono così importanti, perché non solo gli uomini devono essere educati e devono essere fatti, ma anche le donne che sappiano dire di NO, è importantissimo. Sono con voi con il cuore”. Il simbolo della campagna è il NARCISO, un fiore stupendo che, a causa delle leggende e delle simbologie che lo circondano, è diventato anche un vero e proprio aggettivo declinato al maschile, dal significato tutt’altro che positivo. L’obiettivo di #FACCIAMOGLIUOMINI è quello di stravolgere l’accezione negativa del termine, rendendo il “narciso” un simbolo di rispetto e amore per gli altri, specialmente per le donne. “Abbiamo raccolto una sorta di testimone, ora abbiamo un compito molto importante per i prossimi mesi: vogliamo veicolare un messaggio contro la violenza di genere, contro il femminicidio- ha concluso Damiano Tommasi -Aderiamo a molte iniziative ma a questa teniamo in modo particolare perché ci vede protagonisti, con la voglia di coinvolgere tutti i nostri associati per lanciare un messaggio di sensibilizzazione su un tema che purtroppo è diventato attualità, un tema che ha bisogno anche e soprattutto della parte maschile per essere contrastato, che necessita un lavoro di squadra. È per questo che voglio ringraziare moltissimo Valeria Valente e Daniela Sbrollini, che ci hanno permesso di essere qui a presentare questo progetto al Senato”.




permalink | inviato da juventus2006 il 13/6/2019 alle 8:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 giugno 2019

HA RISCOSSO UN GRANDE SUCCESSO LA NONA EDIZIONE DEI GIOCHI SENZA BARRIERE, CHE SI SONO TENUTI IL 12 GIUGNO ALLO STADIO DEI MARMI DI ROMA. PHOTOGALLERY


Ha riscosso un grande successo la nona edizione dei Giochi Senza Barriere, che si sono tenuti il 12 giugno allo Stadio dei Marmi di Roma.

L’evento a scopo benefico all’insegna dell’integrazione e della promozione dello sport paralimpico è ideato dall’Associazione art4sport ONLUS (www.art4sport.org), creata dalla famiglia di Beatrice “Bebe” Vio, campionessa di scherma paralimpica.

Una grande festa, presentata dal Trio Medusa, con la partecipazione della stessa Bebe, avente come tema “Wondermad – Siamo tutti stranamente normali”. Otto le squadre in gara che si sono sfidate in divertenti giochi: Milano, Treviso, Livorno, Fano, Assisi, Roma, Oristano e New York.

A fare da giudici Luciana Littizzetto, Paolo Ruffini, Rudy Zerbi e Danilo Da Fiumicino All’evento hanno preso parte personaggi del mondo dello sport, della musica e dello spettacolo come Kristian Ghedina, Oney Tapia, Carlo Molfetta, Fabio Borini, Ian Mckinley, Marco Mordente, Radja Nainggolan, Martin Castrogiovanni, Diana Del Bufalo, Frank Matano, Biondo, Giusy Ferreri, Matt&Bise, Martina Colombari, Giorgio Pasotti, Valentina Vernia e Awed, Giovanni Bruno, Giuseppe Maggio, Nicola Rizzoli e Stefania Spampinato.





permalink | inviato da juventus2006 il 12/6/2019 alle 23:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


11 giugno 2019

QUALIFICAZIONI EURO 2020: L’ITALIA HA BATTUTO IN RIMONTA LA BOSNIA PER 2-1 CON RETI DI INSIGNE E VERRATTI

La Nazionale del ct Roberto Mancini ha battuto in rimonta per 2-1 la Bosnia nel match giocato all’Allianz Stadium di Torino valido per le qualificazioni ad Euro 2020.

Gli ospiti si sono subito resi pericolosi con Visca ma Bonucci ha salvato la porta azzurra. Al 32' Dzeko ha finalizzato una splendida combinazione tra Besic e Visca portando in vantaggio la Bosnia. Sul finire del primo tempo Quagliarella ha impegnato Sehic. Nella ripresa al 49' Insigne, con uno splendido tiro al volo sul corner di Bernardeschi, ha siglato l’1-1 e all’86’ Verratti, con una perfetta conclusione dalla distanza, ha firmato il definitivo 2-1.  

“Forse eravamo un po’ stanchi, ma nel secondo tempo abbiamo mostrato un grande carattere. Noi tornati nell’Olimpo del calcio mondiale? Ho detto spesso che l’Italia è sempre lì, ma ci sono momenti difficili che vanno recuperati”, ha dichiarato il ct Mancini ai microfoni di RaiSport.

L’Italia è ora al comando del gruppo J in solitaria, a punteggio pieno dopo quattro partite, con 12 punti.

credit foto Ansa




permalink | inviato da juventus2006 il 11/6/2019 alle 8:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 giugno 2019

IL PORTOGALLO HA VINTO LA PRIMA EDIZIONE DELLA UEFA NATIONS LEAGUE, SUPERANDO PER 1-0 L’OLANDA


Il Portogallo di Cristiano Ronaldo ha vinto la prima edizione della UEFA Nations League, superando per 1-0 l’Olanda nella finale che si è giocata al Do Dragao di Oporto.

Nel primo tempo i portoghesi si sono resi pericolosi con Bruno Fernandes, e hanno trovato il gol nella ripresa al 60' con un gran destro dalla distanza di Guedes, su assist di Bernardo Silva. L’Olanda ha sfiorato il pareggio con un colpo di testa a botta sicura di Depay, parato da Rui Patricio.

Nella finale per il terzo posto, l’Inghilterra ha superato la Svizzera ai rigori per 6-5, dopo che i tempi regolamentari e quelli supplementari si sono chiusi sullo 0-0.




permalink | inviato da juventus2006 il 10/6/2019 alle 22:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


9 giugno 2019

MONDIALI CALCIO FEMMINILE FRANCIA 2019: BUONA LA PRIMA PER LA NAZIONALE DELLA CT MILENA BERTOLINI CHE HA SUPERATO IN RIMONTA PER 2-1 L’AUSTRALIA GRAZIE AD UNA DOPPIETTA DI BARBARA BONANSEA

Buona la prima per la Nazionale della ct Milena Bertolini che all’esordio ai Mondiali di calcio femminile di Francia 2019 ha superato in rimonta per 2-1 l’Australia grazie ad una doppietta di Barbara Bonansea.

A Valenciennes l’Italia ha sofferto inizialmente la fisicità e le ripartenze delle avversarie, poi col passare dei minuti ha preso le misure e messo in campo cuore e grinta. Al 9' le azzurre sono passate in vantaggio con Bonansea ma la rete è stata annullata per un fuorigioco millimetrico. Al 22' le Matildas hanno siglato l’1-0 con Kerr che ha ribadito in rete dopo che il penalty da lei calciato e concesso per un fallo di Gama era stato respinto da Giuliani.

Nella ripresa al 56' l’Italia ha pareggiato con Bonansea che approfittando di un errore di Polkinghorne, si è involata verso l’area australiana e ha firmato il pareggio. Dopo un rigore solare non fischiato e un gol annullato a Sabatino per fuorigioco, le azzurre hanno messo a segno la rete del trionfo ancora con Bonansea, questa volta di testa, al 95'.

Al termine del match, la ct Milena Bertolini, avvolta nel tricolore, ha commentato ai microfoni Rai: “E’ il primo tricolore d’Italia, mi è stato dato dalla mia città, Reggio Emilia e l’ho portato con me. Siamo partite male nel primo tempo, nella ripresa abbiamo reagito, abbiamo cominciato a fare quello che sappiamo. Le ragazze sono state fantastiche, l’Australia è una squadra forte, abbiamo sofferto. Ringrazio tutti gli italiani, da qui abbiamo sentito l’affetto e so che tanti ci hanno guardato e per noi è stata una spinta in piu’“.

Sono contentissima, non potevo sognare partita migliore per me. Il rigore dell’Australia ci ha un po’ tagliato le gambe, ma siamo state brave a reagire. Nel secondo tempo abbiamo giocato come sappiamo“, ha dichiarato la protagonista del match Bonansea.

“Abbiamo una grande squadra, abbiamo sofferto nel primo tempo, ma nella ripresa abbiamo iniziato a giocare e le abbiamo messe in difficoltà“, queste le parole della Capitana Sara Gama.

credit foto Twitter Nazionale femminile




permalink | inviato da juventus2006 il 9/6/2019 alle 19:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


8 giugno 2019

L’ITALIA UNDER 20 VOLA IN SEMIFINALE AI MONDIALI DI CATEGORIA DOPO AVER BATTUTO IL MALI PER 4-2

L’Italia Under 20 vola in semifinale ai Mondiali di categoria in corso di svolgimento in Polonia. La Nazionale di Nicolato ha battuto il Mali per 4-2 passando in vantaggio al 12' grazie all’autorete di Kone, ma al 38' i maliani hanno pareggiato con Koita. Nella ripresa al 15' Pinamonti ha riportato avanti l’Italia ma al 34' Camara ha siglato il 2-2. Al 36' ancora Pinamonti su rigore ha messo a segno il tris e al 39' Frattesi ha firmato il poker, regalando agli azzurrini la semifinale in cui affronteranno l’Ucraina, martedì 11 giugno.

“Questa squadra non smette di stupire, stiamo davvero vivendo questo sogno intensamente. Guardiamo avanti, lo facciamo con serenità. La partita è stata durissima contro un avversario molto forte ma questi ragazzi sanno venire fuori dalle difficoltà sempre e comunque”, ha dichiarato il ct Nicolato.

credit foto Ansa




permalink | inviato da juventus2006 il 8/6/2019 alle 11:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


7 giugno 2019

LORENZO BERNARDI: PRESENTATO OGGI A MILANO LA REGOLA DEL 9, IL SUO PRIMO LIBRO IN USCITA MERCOLEDÌ 12 GIUGNO CON ROI EDIZIONI


Si è tenuta oggi a Milano la conferenza stampa di presentazione di LA REGOLA DEL 9, il primo libro di LORENZO BERNARDI scritto con la collaborazione di Serena Piazza. Il libro uscirà in tutte le librerie mercoledì 12 giugno.

Giocatore di punta di quella “generazione di fenomeni” allenata da Julio Velasco che ha fatto splendere al massimo la stella del volley maschile italiano, LORENZO BERNARDI oggi è tra i migliori allenatori di pallavolo in circolazione.

Nel corso della sua carriera ha vinto un numero impressionante di trofei, sia di squadra che individuali. Nel 2001 è stato eletto dalla FIVB “miglior giocatore del XX secolo” e ancora oggi detiene il record di atleta più scudettato nel campionato italiano. Da allenatore, ha vinto alla guida dell’Halkbank Ankara un campionato turco, una Coppa di Turchia e una Supercoppa turca, mentre come allenatore della Sir Volley Perugia ha vinto il triplete (scudetto, Supercoppa e Coppa Italia) nella stagione 2017-18 e la Coppa Italia nel febbraio 2019.

Il suo impressionante palmarès (prima da giocatore e adesso da allenatore) parla da solo. Eppure tutti quei successi “Lollo” se li è sempre scordati in fretta, sempre lanciato verso il prossimo obiettivo, pronto a tuffarsi nei preparativi e negli allenamenti con rigore e dedizione.

La regola del 9_Sara Pagnanelli_Michele Riva_Manuela Ronchi_Lorenzo Bernardi_Marcello Mancini

LA REGOLA DEL 9 è un racconto emozionante, che va a fondo nella vita di un campione senza epoca: rispetto al pallavolista straordinario che era ieri, oggi Bernardi ha qualche capello bianco in più e indossa una giacca da allenatore invece che una divisa di gioco. Ciò che è rimasto immutato nel tempo è il suo approccio “razionale testardo” alla competizione, la sua passione sconfinata per il volley scoperta a 12 anni in una palestra di Trento, dove Lorenzo e sua mamma andavano a tifare il fratello maggiore, anch’egli pallavolista. Ma come ogni grande talento, ben presto quest’ultimo busserà alla porta presentando il conto, fatto di tanto sudore e sacrifici. Ma come ammette lui stesso all’interno del libro “i cambiamenti, le sconfitte, le difficoltà sono momenti che bisogna utilizzare a nostro favore per migliorarci”.

In questo libro, fra ricordi e racconti dietro le quinte dello spogliatoio, emerge la sua “regola del 9”, la filosofia che lo ha portato ad essere eletto “Mister Secolo”: una regola fatta di passione, di ricerca quasi maniacale del proprio meglio e di una determinazione ostinata. Perché per diventare il “giocatore più forte del XX secolo” la cosa importante non è la schiacciata che ti fa vincere un mondiale, ma tutte quelle che l’hanno preceduta.

bernardi3

«Scrivere questo libro è stata un’esperienza unica – spiega Lorenzo Bernardi – che mi ha permesso di ripercorrere le tappe della mia carriera e di rivedermi in tante situazioni diverse. Non è stato semplice rivivere tutti i momenti, sia positivi che negativi, che mi hanno permesso di arrivare fino a qui.”

Il libro, edito da ROI EDIZIONI, è la seconda uscita della collana ASSIST, a cura di DEMETRIO ALBERTINI, in cui grandi campioni si raccontano e raccontano le loro storie di vite straordinarie, di valore e di sport, in cui andare a caccia di emozioni, di ispirazione e di strategie per vincere.

«Quando hai vissuto al centro del campo hai la visione di tutto ciò che sta attorno a te – commenta Demetrio Albertini, curatore della collana Assist e CEO dell’agenzia di sport marketing Dema4 – Sei consapevole di quello che devi proteggere alle tue spalle, ma lo sguardo è rivolto in avanti. Devi avere la strategia vincente per cambiare il risultato insieme agli altri. Lo racconteranno in questa collana persone di talento senza tempo, come Lollo Bernardi che, dopo esser stato uno dei più grandi pallavolisti di sempre, è riuscito a trasferire il suo immenso talento ai propri giocatori da allenatore. Un conto è saper fare, un conto saper far fare».

«Ho creduto per primo in questo progetto editoriale di Lorenzo Bernardi – racconta Marcello Mancini, Presidente di ROI Group S.r.l e fondatore, con Sara Pagnanelli, della casa editrice – La sua è una storia esemplare di vita e di sport, che può essere di grande ispirazione per chiunque voglia vincere la propria partita».

«Leggere il libro di Lorenzo Bernardi significa entrare nella mente e nel cuore di un campione che, dopo essere stato il migliore al mondo come giocatore, si sta confermando un numero uno anche nel ruolo di tecnico – dice Michele Riva, CEO di ROI Edizioni – Incarna perfettamente la filosofia della collana Assist, che raccoglie storie di fuoriclasse sotto la regia esperta di un fuoriclasse come Demetrio Albertini».




permalink | inviato da juventus2006 il 7/6/2019 alle 14:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     maggio   <<  1 | 2  >>  
 

 rubriche

Diario
Palmares
Francy
Libri

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Cosiparlocaiazza
Wonderful World
Sbandieratori Legnano
Il Popolo Veneto
Zucchero & Farina
Bec Lavelle new studio album
Il Popolo Veneto
SER Caxias do Sul
Divano
Daniele

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom