.
Annunci online

  juventus2006 IL BLOG DI FRANCESCA MONTI
 
Diario
 



 


contatore visite sito web


19 febbraio 2018

Le condizioni di Higuain e Bernardeschi

Risultati immagini per juventus higuain bernardeschi

Durante il Derby contro il Toro, Higuain hasubito un trauma contusivo/distorsivo alla caviglia sinistra, mentre Bernardeschi èstato vittima di un trauma distorsivo con interessamento capsulo/legamentoso alginocchio sinistro. La società bianconera, in una nota, spiega che per entrambisono previsti ulteriori accertamenti nei prossimi giorni.





permalink | inviato da juventus2006 il 19/2/2018 alle 7:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 febbraio 2018

La Juve vince il Derby della Mole grazie a un gol di Alex Sandro. Torino è bianconera!

Risultati immagini per torino-juventus gol alex sandro

La Juve conquista il terzo Derby stagionale battendo il Torino per 1-0 grazie ad una rete di Alex Sandro. Al 3' Higuain è stato anticipato in area dall'uscita di Sirigu e nello scontro ha rimediato un colpo alla caviglia, così al 16' il Pipita è stato costretto a lasciare il posto a Bernardeschi. Poco dopo Asamoah si è reso pericoloso con un sinistro dalla distanza salvato a pochi metri dalla linea di porta da Baselli. Dopo un colpo di testa di De Silvestri bloccato da Szczensy, e una punizione di Pjanic respinta da Sirigu, la Juve è passata in vantaggio: azione splendida di Bernardeschi sulla destra, palla al centro per Alex Sandro che ha messo in rete dall'area piccola al 33'. 

Nella ripresa Mazzarri ha inserito Niang al posto di Baselli e Allegri al 21' ha tolto Douglas Costa e mandato in campo Dybala, che è tornato sul terreno di gioco dopo due mesi di stop per infortunio. La Joya ha subito cercato la conclusione mettendo a lato e poi ha saltato N'Koulou, calciando dal limite. La Juve ha controllato il vantaggio senza problemi, facendo girare la palla e chiudendo ogni possibile varco, portando a casa altri tre importanti punti. Il Derby della Mole va alla Juve, Torino è bianconera!





permalink | inviato da juventus2006 il 18/2/2018 alle 20:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 febbraio 2018

SERIE A: ORE 12,30 TORO-JUVE

Risultati immagini per torino-juve

Oggi alle 12,30 la Juventus sarà impegnata nell'atteso Derby della Mole contro il Torino. I precedenti sono favorevoli ai granata con 28 successi, 32 pareggi e 27 vittorie dei bianconeri. L'ultima sfida tra le due squadre risale alla passata stagione e ha visto la vittoria della Juve per 1-3.

Allegri non avrà a disposizione: Cuadrado, Mandzukic, Matuidi.

Mazzarri non potrà contare sulla presenza di Lyanco.

Queste le probabili formazioni: 

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny, De Sciglio, Rugani, Chiellini, Asamoah, Khedira, Pjanic, Sturaro, Douglas Costa, Higuain, Alex Sandro.

TORINO (4-3-2-1): Sirigu, De Silvestri, N'koulou, Burdisso, Molinaro, Ansaldi, Rincon, Obi, Falque, Baselli, Belotti.

Arbitrerà l'incontro il signor Orsato di Schio.

FORZA JUVE!




permalink | inviato da juventus2006 il 18/2/2018 alle 12:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


17 febbraio 2018

GIOCHI OLIMPICI INVERNALI PYEONGCHANG 2018: MICHELA MOIOLI CONQUISTA UNO STORICO ORO NELLO SNOWBOARDCROSS

Michela Moioli ha conquistato una strepitosa medaglia d’oro nello snowboardcross sai Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang 2018. La campionessa bergamasca, 22 anni e mezzo, ha scritto la sua firma nella storia della tavola, infatti prima di lei solo erano arrivate solo due medaglie azzurre in questa disciplina, l’argento di Thomas Prugger nel gigante di Nagano e il bronzo di Lidia Trettel a Salt Lake City, nel gigante parallelo.
Dopo aver dominato qualifiche, quarti e semifinali, Michela Moioli ha disputato una finale eccezionale, mettendosi alle spalle la francese Julia Pereira, argento, mentre Samkova ha centrato il bronzo. Bravissima anche Raffaella Brutto, che ha chiuso all’ottavo posto.
L’oro olimpico corona una carriera ricca di successi per Michela Moioli con due bronzi Mondiali nel 2015 e nel 2017, la vittoria della Coppa del mondo del 2016, 9 vittorie in Coppa del mondo in carriera e la leadership anche nella Coppa 2018.

Queste le parole della neo campionessa olimpica: “Ero un po’ agitata alla vigilia, poi ho cenato con mia mamma, mia sorella e degli amici e mi sono tranquillizzata e ho dormito benissimo. Questa mattina mi sentivo bene ed ero felice di essere qui e pronta a dare il mio meglio. Sono sempre stata una ragazzina spericolata, da piccola sciavo. A otto anni mia mamma mi ha detto: “Dai Michi, prova con la tavola”. Da allora non ho mai più messo gli sci. Sono innamorata di questo sport. A 11 anni sono entrata nello Scalve boarder team. Ho scoperto di essere brava in questo sport, perché è uno sport di contatto. Poi sono entrata in Nazionale. Mi piacciono i testa a testa. Due ori al femminile… penso che le donne abbiano qualcosa in più. Quando ho visto l’oro della Fontana mi sono detta: “Non voglio l’argento, voglio l’oro anch’io, lo voglio a tutti i costi. Io non mi sento mai la più forte, perché penso che in ogni gara possa vincere ogni ragazza. Però cerco sempre di dare il meglio di me, per essere soddisfatta. Oggi ci ho messo il cuore, ho dato tutto quello che avevo. Ieri era spaventoso vedere certe cadute su questa pista, e non va bene. Oggi è stata una bella gara e aver mostrato il meglio di questo sport per me è importantissimo, anche per i giovani che vogliono avvicinarsi. Il mio obiettivo è quello di fra vedere che sono forte e che oggi non ho vinto per caso. Ogni giorno arriva qualcuno di nuovo e io voglio continuare ad essere davanti”.




permalink | inviato da juventus2006 il 17/2/2018 alle 19:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 febbraio 2018

Tanti auguri Federico!

Risultati immagini per bernardeschi

Oggi il nostro Federico Bernardeschi compie 24 anni. Alla prima stagione con la maglia bianconera l'attaccante toscano ha già messo in luce tutte le sue grandi qualità con giocate spettacolari e gol.

A Federico facciamo i migliori auguri di buon compleanno!





permalink | inviato da juventus2006 il 16/2/2018 alle 19:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 febbraio 2018

GIOCHI OLIMPICI INVERNALI PYEONGCHANG 2018: NICOLA TUMOLERO PATTINA SUL BRONZO NEI 10000 METRI


La quinta medaglia italiana ai Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang 2018 porta la firma di Nicola Tumolero che ha conquistato un bellissimo bronzo nei 10000 metri del pattinaggio di velocità, sul ghiaccio dell’Oval di Gangneung. Il campione azzurro ha chiuso con il tempo di 12’54?32, nuovo primato personale sulla distanza, al termine di una gara che ha regalato forti emozioni, vinta dal canadese Bloemen con il record olimpico di 12’39?77 davanti all’olandese Bergsma (12’41?98). Davide Ghiotto ha chiuso  al 12° posto in 13’27?09.

Queste le parole di Nicola Tumolero: “E’ incredibile, una gioia inaspettata. I 5 km sono la mia distanza preferita, ero giù dopo la prima gara ma è la mia prima esperienza in questa grande manifestazione ed ero un po’ impaurito. Ho gareggiato senza aspettative, cercando solo di dare il meglio. Realizzerò quanto fatto tra qualche giorno”.




permalink | inviato da juventus2006 il 15/2/2018 alle 19:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 febbraio 2018

GIOCHI OLIMPICI INVERNALI PYEONGCHANG 2018: MERAVIGLIOSA MEDAGLIA DI BRONZO PER FEDERICA BRIGNONE NEL GIGANTE

Una grandissima Federica Brignone ha conquistato la medaglia di bronzo nel gigante alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018,  coronando così una stagione in cui è salita quattro volte sul podio in Coppa del mondo. La ventisettenne valdostana dei Carabinieri è la terza italiana di sempre a conquistare una medaglia olimpica nel gigante, dopo Giuliana Chenal-Minuzzo, bronzo nel 1952 a Oslo, e Deborah Compagnoni, campionessa olimpica nel ’94 a Lillehammer e nel ’98 a Nagano.

Dopo la prima manche c’erano quattro azzurre fra le prime dieci, con Manuela Moelgg prima e Federica Brignone, terza, Marta Bassino quinto e Sofia Goggia decima. Nella seconda frazione Federica ha disputato una buona gara chiudendo al terzo posto, dietro alla norvegese Ragnhild Mowinckel, per soli 7 centesimi e a Mikaela Shiffrin, medaglia d’oro.

Soddisfatta e felicissima Federica Brignone: “Vincere una medaglia olimpica è il sogno di tutti gli sportivi. Sono veramente felice perché non è così scontato ottenerla anche se sei sempre tra le migliori, in questo sport infatti conta tantissimo la pressione. So di non aver sciato al mio massimo ma sono comunque felice perché è bastato per salire sul podio. Nella prima manche eravamo tutte tese, soprattutto le favorite: per me l’importante era tenere il loro passo e poi giocarmi tutto nella seconda discesa. Dedico questa medaglia anche a me stessa, forse non l’ho mai fatto ma quest’anno non sapevo nemmeno se sarei riuscita a fare la stagione eppure sono riuscita a vincere una medaglia qui a PyeongChang. Una dedica particolare inoltre va a mio fratello che è qui, mi segue e mi sta sempre vicino. La prima gara è andata bene e ora sarò più libera e tranquilla di godermi questa Olimpiade e continuare con, speriamo, dei buoni risultati. E’ stato un momento difficile per me esultare nel momento in cui Manuela Moelgg non ha fatto podio: era o me o lei, ma io sono affezionatissima ed è stato emozionante per me, ma stavo male per lei visto che è anche la sua ultima Olimpiade. Lo sci è uno sport individuale e sono felice per me e penso di meritarmi questa soddisfazione. 
Riportare una medaglia all’Italia dopo 20 anni è un sogno per me, rappresentare il tuo paese è una cosa bellissima oltre che un onore. Tra la prima e la seconda manche ho tifato per i ragazzi dello sci e mi dispiace tantissimo per Paris (che ha chiuso al quarto posto la discesa maschile, vinta da Aksel Lund Svindal, ndr), però mi è servito per staccare un po’ e togliere l’ansia dell’attesa“.




permalink | inviato da juventus2006 il 15/2/2018 alle 19:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


14 febbraio 2018

OTTAVI CHAMPIONS LEAGUE: NELLA GARA DI ANDATA LA JUVE PAREGGIA 2-2 CON IL TOTTENHAM

La Juventus pareggia 2-2 contro il Tottenham nella gara di andata degli ottavi di finale di Champions League, dopo essere passata in vantaggio ed essersi portata sul 2-0. All’Allianz Stadium di Torino i bianconeri sono partiti forte, andando a segno al 2' con Higuain su assist di Pjanic e raddoppiando al 9' sempre con il Pipita che ha trasformato un rigore concesso per un fallo di Davies su Bernardeschi. Ma gli inglesi non si sono persi d’animo e hanno cominciato a creare gioco, obbligando Buffon a un paio di grandi parate, e al 35' hanno accorciato le distanze con Harry Kane, che ha superato Buffon in uscita sul lancio di Alli. Nel minuto di recupero la Juventus ha avuto l’occasione di portarsi sul 3-1, ma questa volta Higuain ha spedito sulla traversa il penalty procurato da Douglas Costa. Nella ripresa gli Spurs hanno pareggiato al 27' con Eriksen, che ha sfruttato su punizione il mal posizionamento della barriera bianconera e ha siglato il definitivo 2-2. A Londra nella gara di ritorno la Juventus dovrà vincere per qualificarsi ai quarti.




permalink | inviato da juventus2006 il 14/2/2018 alle 21:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


13 febbraio 2018

GIOCHI OLIMPICI INVERNALI PYEONGCHANG 2018: LEGGENDARIA ARIANNA FONTANA! LA REGINA DELLO SHORT TRACK CONQUISTA L’ORO NEI 500 METRI

Semplicemente leggendaria! Arianna Fontana, la portabandiera azzurra, la regina dello short track, ha conquistato l’oro nei 500 metri ai Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang 2018, salendo per la quarta edizione consecutiva sul podio olimpico, centrando la medaglia d’oro, quella che mancava al suo straordinario palmarès.

Arianna ha dominato i quarti, vincendo la sua batteria, poi ha sbriciolato iol suo primato personale in semifinale (42?635 contro il 42”829 realizzato a Salt Lake City a novembre 2016) preceduta solo dalla coreana Choi. Si è quindi arrivati alla finale, dove la fuoriclasse azzurra ha messo in riga tutte le avversarie, conducendo la gara dall’inizio alla fine,  chiudendo con un nuovo record personale (45?569), lasciandosi alle spalle  l’olandese van Kerkhof e la canadese Boutin.

Finalmente è arrivato l’oro, l’ho inseguito da anni e tagliare il traguardo per prima, davanti a tutti, è stato stupendo dopo i tanti sacrifici fatti in questi anni insieme alla squadra e a mio marito che mi ha seguito in questo trionfo. Voglio ringraziare tutti quanti mi hanno aiutato, dal Coni alla Fisg alle Fiamme Gialle e a coloro che hanno reso possibile questa vittoria. Ora festeggiamo e poi torniamo concentrati sulle prossime gare”, ha commentato Arianna Fontana.




permalink | inviato da juventus2006 il 13/2/2018 alle 19:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


13 febbraio 2018

GIOCHI OLIMPICI INVERNALI PYEONGCHANG 2018: FEDERICO PELLEGRINO CONQUISTA UN GRANDIOSO ARGENTO NELLA GARA SPRINT TECNICA CLASSICA

La terza splendida medaglia azzurra ai Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang 2018 porta la firma di una delle punte di diamante dell’Italia, Federico Pellegrino, che ha conquistato l’argento nella gara Sprint a Tecnica Classica di sci di fondo, battendo al fotofinish al termine di una gara strepitosa l’atleta della OAR Bolshunov con il tempo di 3’07?09 contro 3’07?11. La medaglia d’oro è andata al norvegese Klaebo con il tempo di  3’05?75.

Felice e soddisfatto Federico Pellegrino ha dichiarato: “La festa per la medaglia di Dominik Windisch mi ha dato la carica, inoltre mi ha aiutato anche il presidente Malagò con cui ho parlato. Qui a PyeongChang non volevo avere nulla da rimpiangere e quindi ho impostato lo stesso tipo di avvicinamento alla gara che avevo usato la scorsa stagione per i Mondiali, dove la gara era un po’ prima e quindi ho dovuto spostare gli impegni nella tabella di due ore. Tutto è andato esattamente come doveva andare, l’unico intoppo è stato non credere completamente in me stesso, pechè avrei potuto risparmiare un po’ di energia nelle batterie precedenti alla finale. Conosco bene i miei avversari però, e non li ho mai battuti nel classico quindi dovevo usare tutte le mie qualità per uscirne vincitore. Klaebo non era impossibile da battere, ma oggi ha dimostrato di essere troppo giovane e troppo forte per me nella tecnica classica. Tra una settimana riproverò a batterlo e il mio obiettivo l’ho già raggiunto quindi non avrò nulla da perdere. Mi farebbe tanto piacere regalare soddisfazioni anche ai miei compagni di nazionale e mi impegnerò per aiutarli nella staffetta. Ora tornerò nella mia camera e imposterò nuovi obiettivi”.




permalink | inviato da juventus2006 il 13/2/2018 alle 19:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     gennaio   <<  1 | 2 | 3  >>  
 

 rubriche

Diario
Palmares
Francy
Libri

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Cosiparlocaiazza
Wonderful World
Sbandieratori Legnano
Il Popolo Veneto
Zucchero & Farina
Bec Lavelle new studio album
Il Popolo Veneto
SER Caxias do Sul
Divano
Daniele

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom