.
Annunci online

  juventus2006 IL BLOG DI FRANCESCA MONTI
 
Diario
 



 


contatore visite sito web


10 luglio 2018

Cristiano Ronaldo è un giocatore della Juve!

  Risultati immagini per ronaldo  juve 2018           

Non è un sogno, è tutto vero. Cristiano Ronaldo è un giocatore della Juventus. Che potesse essere oggi il giorno decisivo per chiudere quello che viene definito l’affare del secolo si era capito dal fatto che il Presidente bianconero Andrea Agnelli aveva preso un volo da Pisa con destinazione Khalamata, in Grecia, dove CR7 sta trascorrendo le vacanze. L’annuncio ufficiale del trasferimento di Cristiano Ronaldo alla Juventus è arrivato dal Real Madrid attraverso un comunicato sul sito: “Il Real Madrid C. F. comunica che, accettando la volontà e la richiesta del giocatore Cristiano Ronaldo, ha accordato il suo trasferimento alla Juventus. Il Real Madrid vuole esprimere tutta la sua stima a un giocatore che ha dimostrato di essere il migliore del mondo e che ha marcato una delle epoche più brillanti del nostro club e del calcio mondiale. Ma oltre ai titoli conquistati, ai trofei alzati e ai trionfi di questi nove anni, Cristiano Ronaldo è stato un esempio di lavoro, professionalità, talento e impegno”.

La Juventus verserà nelle casse delle Merengues 112 milioni, mentre CR7 firmerà un quadriennale da 30 milioni a stagione. Benvenuto Cristiano!


11 luglio 2016

SPECIALE EURO2016: IL PORTOGALLO E' CAMPIONE D'EUROPA

            

Il Portogallo si è laureato Campione d’Europa per la prima volta nella sua storia, battendo in finale per 1-0 la Francia ad Euro2016, grazie ad una rete al 109’ di Ederzito Antonio Macedo Lopes, detto Eder. A dodici anni di distanza dalla sconfitta con la Grecia, i lusitani di Santos hanno conquistato il titolo continentale, nonostante il loro uomo migliore, Cristiano Ronaldo, sia stato costretto ad abbandonare il campo dopo un fallo di Payet, al 25' del primo tempo, dopo aver tentato di proseguire la partita. Il pubblico di Saint Denis ha applaudito il campione infortunato uscito in lacrime in barella dal terreno di gioco.

I portoghesi hanno compiuto una vera e propria impresa. Dopo aver chiuso il girone di qualificazione al terzo posto e aver faticato agli ottavi e ai quarti, il Portogallo ha battuto il Galles in semifinale trascinato da CR7 e si è presentato alla finale da sfavorito contro i padroni di casa. E invece, come nella più bella delle favole, i lusitani hanno portato a casa il trofeo più ambito, con un po’ di fortuna ma soprattutto con tanta tenacia e forza di volontà.

 

Nel primo tempo la Francia è andata vicina al gol con Griezmann, capocannoniere di Euro2016, e con uno straripante Sissoko, a cui ha risposto un grande Rui Patricio. Nella ripresa il Portogallo è cresciuto e ha cominciato a macinare gioco andando un paio di volte alla conclusione con Guerreiro, anche se l’occasione più ghiotta è stata creata dai francesi al 92’ quando Gignac ha colpito il palo. Si è andati ai supplementari e dopo la traversa centrata da Guerreiro su punizione, il Portogallo ha segnato il gol decisivo al 109’ con Eder che di sinistro ha battuto Lloris, mandando in estasi i tifosi portoghesi. Al triplice fischio è esplosa la festa al Saint Denis e in tutto il Portogallo. CR7 tra le lacrime, questa volta di gioia, ha alzato al cielo la Coppa, mentre i francesi di Deschamps si sono dovuti accontentare di un secondo posto che lascia l’amaro in bocca.       


12 gennaio 2016

LEO MESSI VINCE IL SUO QUINTO PALLONE D'ORO

Risultati immagini per leo messi pallone d'oro 2015

Leo Messi ha vinto il suo quinto Pallone d'Oro, avendo già conquistato il premio come miglior calciatore del mondo quattro volte di fila dal 2009 al 2012.

''E' molto più di quanto potessi immaginare quando ero bambino. Ringrazio i miei compagni e ringrazio il calcio per quello che mi ha regalato nel bene e nel male'', ha detto Messi, che ha poi aggiunto: “Preferisco un Mondiale a cinque Palloni d'Oro. I trofei collettivi sono migliori di quelli individuali.Sono orgoglioso di quello che ho fatto a Barcellona. E' sempre più difficile vincere una volta che si ottiene tutto. Essere qui per la nona volta è grandioso e sono contento. Lavoriamo tutti per migliorare e conquistare dei titoli. L'anno scorso l'abbiamo fatto, è bello chiudere un anno così".

Risultati immagini per leo messi pallone d'oro 2015

Il fantasista argentino del Barcellona era favorito rispetto agli altri due finalisti, Cristiano Ronaldo -vincitore nel 2013 e nel 2014, proprio davanti al fuoriclasse del Barcellona e al portiere tedesco Manuel Neuer - e Neymar, non solo per il consueto alto numero di reti segnate durante l'anno (52) ma soprattutto in quanto leader di un Barcellona che nel 2015 ha vinto cinque trofei su sei. I catalani si sono aggiudicati Champions League, Mondiale per club, Supercoppa europea, campionato e coppa spagnoli.

E' di Wendell Lira, per la splendida sforbiciata nel derby Atletico Goianense-Goianesia dell'11 marzo scorso il più bel gol del 2015. Il 27enne brasiliano, premiato a Zurigo nel corso del Galà del Pallone d'Oro col 'Premio Puskas', ha superato gli altri due finalisti: Leo Messi, con la sua splendida serpentina nel match contro l'Athletic Bilbao nella finale di Coppa del Re del 30 maggio, e Alessandro Florenzi, col suo incredibile gol segnato da centrocampo al Barcellona lo scorso 16 settembre in Champions League.

Luis Enrique miglior tecnico 2015 - Il tecnico del Barcellona, Luis Enrique, ha vinto il premio di miglior allenatore Fifa del 2015 nell'ambito della cerimonia per il Pallone d'Oro svoltasi a Zurigo. Per il calcio femminile, il riconoscimento è andato alla ct della nazionale degli Stati Uniti, campione del mondo 2015, Jill Ellis. La centrocampista Usa Carli Lloyd ha ottenuto il premio per la miglior giocatrice Fifa.

L'Italia ha deciso di 'boicottare' il Pallone d'oro. Nell'urna delle votazioni per il più importante premio del mondo del calcio mancano, infatti, le preferenze del commissario tecnico della Nazionale italiana, Antonio Conte, e del capitano azzurro e della Juventus, Gigi Buffon. Il portiere bianconero, campione d'Italia e finalista in Champions League, non era stato inserito a sorpresa nella lista dei 59 candidati iniziali per la conquista del Pallone d'Oro.




26 dicembre 2015

Cinque giocatori della Juve nella Top 100 Best Footballers in the World 2015

Risultati immagini per top 100 best footballers in the world 2015

Cinque giocatori della Juventus sono stati inseriti nella Top 100 Best Footballers in the World 2015 compilata dal prestigioso quotidiano londinese The Guardian. Si tratta di Pogba, 11° - Buffon, 34° - Morata, 47° - Chiellini, 71° - Bonucci, 92°. 

Paul era stato inserito al 20° posto nel 2014, ed è riuscito quindi a scalare nove posizioni nel corso dell'ultimo anno solare. Quattro le piazze conquistate da SuperGigi (38° nel 2014), mentre new entry assolute sono Alvaro, Giorgio e Leonardo.  Nell'elenco figurano anche gli ex bianconeri Arturo Vidal, Carlos Tevez ed Andrea Pirlo. Tredici sono invece i calciatori del Bayern Monaco, prossima sfidante della Juve in Champions League, presenti in quest'elenco. 

Il panel di 123 giudici da 49 nazioni che ha stabilito la graduatoria è stato guidato dagli ex calciatori Zico, Javier Zanetti e Gheorghe Hagi. Ogni membro della giuria ha indicato i propri 40 calciatori preferiti da una lista di 250 nomi forniti. Il numero uno di quest'anno è Lionel Messi, candidato al Pallone d'Oro, che ha scavalcato Cristiano Ronaldo in cima alla lista di preferenze. Al terzo e quarto posto si sono classificati Neymar e Suarez. 



14 gennaio 2015

Del Piero: "Pogba potrebbe vincere in futuro il Pallone d'Oro".

 

A margine della cerimonia di premiazione del Pallone d'Oro, assegnato per la terza volta a Cristiano Ronaldo, Alessandro Del Piero (arrivato quarto nella graduatoria del prestigioso premio nel 1996, quando vinse con la squadra bianconera la Champions e l’Intercontinentale) ha parlato della Juve, dei giovani calciatori di oggi, e del suo futuro: "Sì, non ho mai vinto questo trofeo ma in carriera ho avuto soddisfazioni più grandi a livello di squadra. Mi tengo queste e sono felice di quelle centrate con la Juve. Sono d'accordo con Ronaldo quando ha detto che il Pallone d'Oro non rappresenta una sua ossessione e avrebbe accettato egualmente di arrivare 2° o 3°. Un successo meritato, anzi strameritato. Il 2014 è stato un anno pazzesco per lui. Diciassette gol nella Champions vinta dal Real, un record incredibile. Vincere per un portiere è un'impresa ardua, difficilissima. Se non c'è riuscito il mio amico Buffon nel 2006... Siamo in pieno mercato e spero di decidere entro breve, non come l'anno scorso quando ho deciso dopo 4 mesi. Ci sono opzioni sia in casa che fuori, voglio valutare con calma e con cervello. Ho giocato solo una volta con Pogba, nell'amichevole in Australia. Ma una partita ovviamente non fa testo per dare una valutazione definitiva. Vedo che fa cose bellissime e importanti. Per questo ho chiesto notizie dettagliate su di lui ai miei ex compagni. Mi hanno detto che è davvero un grandissimo. Ha carisma, personalità, tecnica, fisico, tiro, colpo di testa. Ha appena 21 anni, quindi ci sono tutti i presupposti perché possa diventare uno dei grandi del calcio internazionale, un "roi" come dicono in Francia. E quindi che in futuro possa candidarsi per vincere il Pallone d'Oro. È un momento un po' così per il nostro calcio. Bisogna trovare gli eredi dei Pirlo e dei Buffon o di Maldini, che ha ispirato due grandi difensori d'oggigiorno come Sergio Ramos e Lahm. Avete sentito la mia domanda sul palco? Hanno detto che Paolo era il loro idolo di gioventù. E loro non sono neppure italiani...”.


13 gennaio 2015

Cristiano Ronaldo conquista il suo terzo Pallone d'Oro, Low è il miglior allenatore del mondo

             

Cristiano Ronaldo conquista il suo terzo Pallone d’Oro e raggiunge così Cruijff, Platini e Van Basten. Dopo l'edizione 2008 e quella del 2013, il fuoriclasse del Real Madrid vince il premio per il secondo anno di fila e ora punta Messi che ha conquistato quattro volte l’ambito premio. Ronaldo ha battuto Messi del Barcellona e Neuer del Bayer Monaco, che si sono classificati rispettivamente secondo e terzo (Ronaldo 37.66%, Messi 15.76%, Neuer 15.72% ). CR7 nel 2014 ha trascinato il Real Madrid alla conquista di Coppa del Re, Supercoppa Europea, Mondiale per club e della decima Champions League, ha siglato 61 reti nell'anno solare, di cui 17 in Champions League, nuovo record della competizione, diventando "Pichichi" della Liga, top scorer della Champions e vincendo anche la Scarpa d'oro. Le cifre del campionato spagnolo in corso, poi, hanno dell'irreale: 26 centri in 16 gare disputate, conditi da 9 assist. “Ringrazio mio figlio, la mia famiglia, la mia compagna, mio padre che non c'è più e tutti quelli che hanno votato per me. E poi il mio allenatore, i miei compagni, il presidente del Real e tutti quelli che lavorano nel club, ha detto Ronaldo sul palco della Kongresshaus di Zurigo, con Blatter e Henry. “Abbiamo raggiunto tanti obiettivi, ma vincere questo trofeo è una cosa unica. Sono molto felice, questo premio mi dà grandi motivazioni per continuare a lavorare come ho fatto finora, per continuare a vincere trofei collettivi e individuali. Lo dedico a tutti i portoghesi, che sono tutti speciali per me. Non avrei mai pensato di vincere questo premio per tre volte e ora spero di eguagliare Messi. Continuerò a lottare per cercare di essere il migliore".

   

 

È Joachim Löw invece il miglior allenatore del mondo. Il commissario tecnico della Germania campione del mondo ha battuto la concorrenza di Carlo Ancelotti (campione d'Europa con il Real Madrid) e dell'argentino Diego Simeone (campione di Spagna e finalista di Champions con l'Atletico Madrid) e si è aggiudicato il Premio Fifa di miglior tecnico 2014.

È un premio che da due anni parla tedesco, visto che nell'albo d'oro Löw succede a Jupp Heynckes, che un anno fa trionfò grazie alla Champions conquistata nella stagione precedente con il Bayern Monaco. “Sono onorato per questo riconoscimento”, ha detto il ct tedesco, “è stato un anno particolare. Questo premio non è solo mio, voglio ringraziare tutti quelli che hanno lavorato con me: in Germania abbiamo iniziato da diversi anni un lavoro particolare, per crescere i ragazzi in un certo modo. Il Mondiale vinto è il risultato di anni di lavoro, perciò il mio grazie va a tutti i tecnici tedeschi, professionisti e dilettanti. Grazie anche alla mia federazione e ai miei collaboratori".


13 agosto 2014

Il Real Madrid conquista la Supercoppa Europea

            

Il Real Madrid comincia la stagione conquistando la Supercoppa Europea. A Cardiff i Blancos di Ancelotti hanno battuto 2-0 il Siviglia. Grande protagonista della serata è stato Cristiano Ronaldo, autore di una doppietta. Il Real ha messo in campo tutti i suoi gioielli, a cominciare dai nuovi acquisti Kroos e James Rodriguez, mentre il portiere Navas si è accomodato in panchina, a difendere la porta delle Merengues c’era infatti Casillas. Il Siviglia di Emery è una squadra diversa rispetto a quella che ha vinto a maggio l’Europa League allo Juventus Stadium, ha venduto Rakitic, sta per cedere al Liverpool Alberto Moreno, ma ha trovato nel giovane centrocampista Denis Suarez, classe 1994, arrivato in prestito dal Barcellona, una nuova preziosa risorsa. Il Real ha sfiorato il vantaggio con Bale, poi al 30’ è andato in rete con Cristiano Ronaldo, su assist ancora dell’attaccante gallese. Il Siviglia è andato vicino al pareggio con Vitolo e Carriço, ma al 49’ CR7 ha raddoppiato con un gran sinistro, chiudendo di fatto il match. Dopo la Decima Champions vinta a maggio a Lisbona, il Real di Ancelotti conquista anche la Supercoppa Europea, che mancava dal 2002, e si candida ad essere una delle grandi protagoniste in campo europeo della prossima stagione.


27 giugno 2014

SPECIALE MONDIALI BRASILE 2014: Agli ottavi passano Germania, Stati Uniti, Belgio e Algeria

                 

Nel Gruppo G Germania e Stati Uniti sono passati agli ottavi. I tedeschi hanno sconfitto gli americani per 1-0, grazie ad una rete al 10’ di Mueller, sempre più leader della Germania, che con un preciso diagonale ha siglato la sua quarta rete ai Mondiali brasiliani, raggiungendo in testa alla classifica marcatori Messi e Neymar. Nel recupero, prima Bedoya poi Dempsey hanno sfiorato l'1-1, ma il risultato ha comunque accontentato entrambe le squadre. Agli ottavi, la Germania sfiderà l’Algeria, mentre gli Stati Uniti affronteranno il Belgio.

 

Torna invece a casa il Portogallo di Cristiano Ronaldo così come il Ghana di Asamoah. I portoghesi hanno battuto per 2-1 i ghanesi, nell’altro match del Gruppo G, ma non è bastato per la qualificazione. Il Ghana, privo di Boateng e Muntari, sospesi a tempo indeterminato dalla Federazione e rispediti a casa per aver offeso l'allenatore Appiah e aggredito un membro dello staff, è passato in svantaggio dopo l'autogol alla mezzora del primo tempo del difensore Boye, ma è riuscito a pareggiare al 57’ con un colpo di testa di Asamoah Gyan, su splendido cross di esterno sinistro di Kwadwo Asamoah. Al 61’ i ghanesi sono andati vicini al raddoppio con Waris, ma all’80’ è arrivata la zampata decisiva di sinistro di Cristiano Ronaldo, che ha fissato il risultato sul 2-1 per il Portogallo.

 

Nel Gruppo H passano Algeria e Belgio. L'Algeria per la prima volta nella storia si è qualificata agli ottavi di un Mondiale di calcio, dopo aver pareggiato per 1-1 contro la Russia di Fabio Capello. A Curitiba, i russi sono passati in vantaggio al 6’ grazie a un colpo di testa di Kokorin su cross dalla sinistra di Kombarov. Nella ripresa però, le Volpi del deserto hanno trovato il pari al 15’ con un colpo di testa di Slimani, che ha regalato all’Algeria il passaggio agli ottavi (dove incontrerà la Germania) come seconda del girone. La Russia di Capello viene invece eliminata, avendo totalizzato solo 2 punti.

   

Nell’altro match del Gruppo H, il Belgio, già qualificato alla fase successiva, ha battuto la Corea del Sud per 1-0, grazie alla rete firmata da Vertonghen e ha chiuso il girone al primo posto con tre vittorie e 9 punti. Negli ottavi i belgi sfideranno gli Usa.

Oggi sarà la prima giornata senza gare, domani iniziano gli ottavi di finale.  


23 giugno 2014

SPECIALE MONDIALI BRASILE 2014: Vittorie per Algeria e Belgio. Pareggio 2-2 tra Portogallo e Stati Uniti

                 

Nel Gruppo H una sorprendente Algeria si è imposta per 4-2 sulla Corea del Sud. I nordafricani hanno dominato il match passando in vantaggio al 26'con Slimani, raddoppiando al 28' con Halliche e siglando il tris al 38' con Djabou. Nella ripresa, al 50' Son ha accorciato le distanze per i coreani, ma al 62' Brahimi ha firmato il poker. Al 72' è arrivata la seconda rete della Corea del Sud messa a segno da Koo per il definitivo 4-2. L’Algeria  torna a vincere una partita al Mondiale dopo 32 anni e sale al secondo posto nella classifica del girone H, dietro il Belgio.

     

I belgi hanno superato la Russia di Fabio Capello al 90’ grazie alla rete di Origi. I russi hanno giocato una buona partita, ma quello che manca a questa nazionale è un campione capace di risolvere il match con una giocata. Grande protagonista della gara è stato Mertens che nel primo tempo è andato vicino alla rete per tre volte, trovando la risposta del portiere russo Akinfeev. Nella ripresa la Nazionale di Capello ha aumentato il pressing ed è andata vicina al gol con Eshchenko, il cui tiro ha sfiorato il palo. Al 39' il Belgio ha centrato il palo con una punizione di Mirallas, ma al 90’ ha trovato il gol della vittoria con il neo entrato Origi, decisivo come nella gara con l’Algeria. Restano ancora vive le speranze per la Russia di qualificarsi agli ottavi, tutto si deciderà nel prossimo turno.   

   

Nella sfida del Gruppo G, Portogallo e Stati Uniti hanno pareggiato 2-2. I portoghesi sono passati in vantaggio al 4’ con Nani, ma gli statunitensi hanno ribaltato il risultato, andando a segno nella ripresa con Jones al 19’ e con Dempsey al 35’. Il Portogallo è riuscito a pareggiare al 95’ con un colpo di testa di Varela, su assist di Cristiano Ronaldo. Il Gruppo G vede ora in testa Germania e Stati Uniti, a quota 4 punti.  

Oggi si giocano quattro match: alle ore 18 Australia - Spagna (Gruppo B) e Cile - Olanda (Gruppo B); alle ore 22 Brasile – Camerun (Gruppo A) e Croazia - Messico (Gruppo A).


17 giugno 2014

SPECIALE MONDIALI BRASILE 2014: Vittorie per Germania e Stati Uniti. Primo pareggio del torneo nel match Nigeria-Iran

                

Nel gruppo F, la sfida tra Iran e Nigeria si è conclusa senza reti. Si tratta del primo pareggio del Mondiale di Brasile 2014. All’Arena da Baixada di Curitiba, le Super Aquile di Keshi hanno fatto la partita ma, a parte una buona occasione nei primi minuti creata da Onazi, la Nigeria non è quasi mai riuscita a rendersi pericolosa. L’Iran di Carlos Queiroz ha sfiorato la rete con un tiro dalla distanza di Teymourian, disputando nel complesso un ottimo match.

    

Nel gruppo G vincono Germania e Stati Uniti. I tedeschi hanno travolto il Portogallo di Cristiano Ronaldo con un netto 4-0, confermando di essere tra i favoriti per la vittoria della Coppa del Mondo. In gol con Muller al 12' su rigore, la Germania ha raddoppiato con Hummels al 32' e ha siglato la terza rete ancora con Muller al 45'. Il Portogallo, in inferiorità numerica dal 37’ per l’espulsione di Pepe, ha subito anche il poker al 78' firmato da Muller.

    

Gli Stati Uniti hanno invece battuto il Ghana per 2-1. All'Arena Das Dunas di Natal è stato Dempsey a sbloccare il match dopo appena un minuto di gioco. Il pareggio degli africani è arrivato all'82', grazie ad Andrè Ayew, ma all'86' gli Stati Uniti allenati da Klinsmann hanno siglato il gol della vittoria con un colpo di testa di Brooks.

Oggi scenderanno in campo alle ore 18 Belgio - Algeria (Gruppo H), alle ore 21 Brasile – Messico (2° gara del Gruppo A), alle  ore 24 Russia – Corea del Sud (Gruppo H).  


sfoglia     giugno        agosto
 

 rubriche

Diario
Palmares
Francy
Libri

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Cosiparlocaiazza
Wonderful World
Sbandieratori Legnano
Il Popolo Veneto
Zucchero & Farina
Bec Lavelle new studio album
Il Popolo Veneto
SER Caxias do Sul
Divano
Daniele

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom